Posted

Cryptojacking: loro utilizzano il tuo PC per coniare Bitcoin e tu non ti accorgi di niente

Cresce la minaccia dei malware pirata che sfruttano l’energia del tuo computer a vostra insaputa.

La principale minaccia più diffusa negli ultimi due anni si chiama cryptojacking. Ovvero un software malevolo che illegalmente esegue il mining delle cripto valute più diffuse sfruttando le risorse del tuo PC. A dircelo è un report appena diffuso di Kaspersky Lab, azienda specializza nella sicurezza informatica. Secondo la risorsa, gli attacchi nel solo 2018 hanno registrato un incredibile aumento dell’83%. Una vera e propria infezione che nel solo primo trimestre dell’anno ha colpito 5 milioni di utenti contro i 2,7 milioni dello stesso periodo nel 2017.

criptojacking. mining bitcoin

Secondo gli esperti di Kaspersky il malware si diffonde attraverso l’installazione di programmi senza licenza trovati online. Gli utenti spinti nel scaricare un programma free online per risolvere una loro esigenza si ritrovano invece infettati da un malware che trasforma i loro PC in una piccola miniera di Bitcoin; senza però che il legittimo proprietario possa avvantaggiarsene. Sempre secondo Kaspersky più è facile scaricare programmi software pirata e gratis online più è semplice essere colpiti da attacchi di cryptomining malevoli.

Monete virtuali come Bitcoin ed Ethereum sono il premio di complicati calcoli crittografici che proteggono le transazioni e rappresentano la vera essenza del sistema delle criptovalute. Nel mondo sono moltissime le farm dove un insieme massiccio di computer svolgono il lavoro dei minatori consumando la loro energia per mantenere attivo il sistema. Attraverso il cryptojacking questo meccanismo viene diffuso senza però il consenso dei proprietari dei computer infettati che vengono ingannati due volte. La prima per il consumo illegittimo di energia e la seconda perché non viene dato loro il compenso che gli spetta.

criptojacking. mining bitcoin

Per evitare di essere colpiti ovviamente bisogna utilizzare quello che è il buonsenso informatico. Bisogna quindi evitare di scaricare programmi senza licenza e da siti poco raccomandabili. Kaspersky raccomanda di tenere sempre aggiornati i software sui propri dispositivi e iniziare ad utilizzare soluzioni per la sicurezza del proprio dispositivo in maniera da riuscire a proteggere il proprio PC.

Infine, nel caso delle aziende sempre meglio proteggere i propri sistemi aziendali partendo dalla formazione interna del proprio personale. In maniera da riuscire a proteggere al meglio i propri dati sensibili e rendere gli accessi più restrittivi. Il criptomining rispetto al ransomware è molto più difficile da rilevare ma con un minino di attenzione e di prevenzione è possibile evitare che il proprio computer venga utilizzato a nostra insaputa. Eliminando il rischio di diventare parte di una rete di cryptomining virtuale ubicata in tutto il mondo scaricando il costo delle risorse rubate su di utenti completamente ignari dell’accaduto.