Proxmox Backup Server 2.0 disponibile

Proxmox Backup Server 2.0
Proxmox Backup Server 2.0 disponibile

VIENNA, Austria – il 13 luglio 2021  Proxmox Server Solutions GmbH ha annunciato la prossima versione 2.0 della sua nuova soluzione di backup server open-source. Questa versione è basata su Debian 11 “Bullseye”, ma utilizza il più recente kernel Linux 5.11, e include OpenZFS 2.0. L’intero stack software è scritto in Rust – un linguaggio moderno, veloce ed efficiente in termini di memoria.

 

Proxmox Backup Server è una soluzione di backup aziendale, in grado di eseguire il backup e il ripristino di VM, container e host fisici. Supportando backup incrementali e completamente deduplicati, la soluzione di backup open-source riduce significativamente il carico di rete, lo spazio di archiviazione richiesto e, di conseguenza, il costo totale dell’infrastruttura. Con l’interfaccia web integrata, gli utenti possono facilmente gestire e monitorare tutte le attività di backup da un unico pannello e recuperare rapidamente singoli file, archivi e intere VM in caso di disastro.

Ecco le principali novità:

  • Basato su Debian 11 “Bullseye”, ma utilizzando un kernel Linux 5.11
  • OpenZFS 2.0
  • Backup su nastro:
    • Proxmox Backup Server supporta unità LTO-5 o successive;
    • Driver tape in spazio utente scritto in Rust;
    • Supporto per vari autoloader a nastro: strumento pmtx (strumento mtx riscritto in Rust);
    • Configurazione di componenti, backup e pianificazioni tramite GUI;
    • Proxmox LTO Barcode Label Generator per generare e stampare etichette con codici a barre;
  • Single Sign-On (SSO) con OpenID Connect
  • Let’s Encrypt/ACME
  • Gestione del repository APT tramite GUI
  • Correzioni di bug
  • e molto altro…

Approfondiamo nel dettaglio cosa c’è di nuovo in Proxmox Backup Server 2.0:

  • Proxmox Tape Backup: Proxmox tape backup, che è stato rilasciato come anteprima tecnologica in Proxmox Backup Server 1.1, è ora stabile e fornisce un modo semplice per copiare il contenuto del datastore su nastro. Il nastro magnetico digitale ha senso in qualsiasi piano di backup aziendale efficace, specialmente per l’archiviazione di grandi quantità di dati. Proxmox Backup Server supporta le unità Linear Tape-Open di generazione 5 (LTO-5) o successive (con supporto best-effort per LTO-4), compreso il supporto per la crittografia hardware. User space tape driver e supporto per gli autoloader (pmtx) scritti nativamente in Rust.
  • Supporto per il protocollo aperto standard OpenID Connect, che fornisce il Single Sign-On (SSO). È possibile integrare server di autenticazione esterni utilizzando i web services pubblici esistenti o la propria soluzione di gestione degli accessi, per esempio Keycloak o LemonLDAP::NG.
  • HTTP Proxy: È stato aggiunto il supporto per l’impostazione di un proxy HTTP per gli aggiornamenti dei pacchetti e le richieste di verifica delle sottoscrizioni.
  • Integrazione completa di Let’s Encrypt/ACME nel back end e nel front end, con plugin stand-alone e DNS disponibili. Questo permette agli amministratori di creare e distribuire facilmente certificati validi e affidabili per i loro domini con l’autority di certificazione Let’s Encrypt.
  • Nuovo pannello per una facile gestione dei repository APT tramite GUI: Gli sviluppatori di Proxmox hanno aggiunto un nuovo pannello ‘Repositories’ all’interfaccia web che permette di visualizzare i repository APT configurati nel nodo. Il nuovo pannello fornisce un unico punto per vedere tutte le configurazioni dei repository dei pacchetti, che di solito sono sparsi in più file, e segnala potenziali configurazioni errate. Gli utenti possono abilitare e disabilitare i repository secondo necessità, e aggiungere i repository standard forniti da Proxmox.
  • Aggiornamento del framework JavaScript ExtJS all’ultima versione GPL 7.0.
  • Installer Proxmox migliorato: Il programma di installazione di Proxmox ora ha migliorato il rilevamento delle ISO e può rilevare automaticamente gli schermi HiDPI e aumentare di conseguenza il font della console e il ridimensionamento della GUI.
  • Supporto al ripristino granulare anche di un singolo file per le VM che usano internamente ZFS o LVM. Il ripristino unificato a file singolo è stato esteso per supportare il ripristino di file da volumi LVM(-thin) e zpool ZFS che sono contenuti in un archivio VM. Questa funzionalità è accessibile dalla GUI di Proxmox VE.

Disponibilità

Proxmox Backup Server è un software libero e open-source, pubblicato sotto la GNU Affero General Public License, v3. L’immagine ISO scaricabile può essere installata su bare-metal. Proxmox Backup Server 2.0 è ora disponibile per il download su https://www.proxmox.com/downloads

Proxmox Backup Server 2.0 è basato su una nuova versione principale di Debian GNU/Linux; gli aggiornamenti della distribuzione da versioni precedenti di Proxmox Backup Server sono possibili tramite APT (vedi https://pbs.proxmox.com/wiki/index.php/Upgrade_from_1.1_to_2.x). È anche possibile installare Proxmox Backup Server su un installazione Debian esistente.

Per gli utenti Enterprise, Proxmox Server Solutions GmbH offre un modello di supporto basato su abbonamento, che fornisce l’accesso all’Enterprise Repository ampiamente testato, con aggiornamenti regolari tramite l’interfaccia web, così come il supporto tecnico su abbonamento. I prezzi partono da EUR 449 per server, inclusi storage di backup illimitato e backup-client illimitati.

Informazioni su Proxmox Backup Server

Proxmox Backup Server è una soluzione di backup aziendale per il backup e il ripristino di macchine virtuali, container e host fisici. Il software client-server open-source supporta backup incrementali, deduplica, compressione Zstandard e crittografia autenticata. Per aumentare la produttività, il Proxmox Backup Server, facile da usare, permette di eseguire il backup dei dati in modo efficiente dal punto di vista dello spazio occupato, ripristinare VM, archivi o singoli oggetti in un attimo. Con l’interfaccia utente web, è possibile ridurre efficacemente le ore di lavoro grazie alla gestione semplificata. Proxmox Backup Server è rilasciato sotto licenza GNU AGPL, v3. Abbonamenti di supporto aziendale sono disponibili da Proxmox.

 

Informazioni su Proxmox Server Solutions

Proxmox è un fornitore di software server open-source potente ma facile da usare. Le aziende, indipendentemente dalle dimensioni, dal settore o dall’industria, utilizzano le soluzioni stabili, sicure e scalabili di Proxmox per implementare infrastrutture IT efficienti, agili e facili da utilizzare, ridurre al minimo il total cost of ownership ed evitare il vendor lock-in. Proxmox offre anche servizi di supporto commerciale e di formazione per garantire la continuità del business ai propri clienti. Proxmox Server Solutions GmbH è stata fondata nel 2005 e ha sede a Vienna, Austria. Per saperne di più visitate https://www.proxmox.com

Articolo originale in inglese e tedesco: https://proxmox.com/en/news/press-releases/proxmox-backup-server-2-0-available

Come implementare Proxmox

Proxmox Backup Server può essere utilizzato in cloud o on-premise, scopri come diventare specialista con i corsi Proxmox ufficiali.

 

Potrebbe anche interessarti

Proxmox Virtual Environement 6.4

Proxmox VE 6.4 le novità

Scopriamo le novità della versione 6.4 della piattaforma di virtualizzazione Proxmox Virtual Environment! La nuova versione introduce le funzionalità Single File Restore e Live Restore,

Read More »
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Argomenti

Seguici

[a-zA-Z0-9_.+-]
[a-zA-Z0-9_.+-]
[a-zA-Z0-9-]
[a-zA-Z0-9-]
[a-zA-Z0-9]
[a-zA-Z0-9]
[name=name]
[name=name]
[name=email]
[name=email]
[a-zA-Z0-9_.+-]
[a-zA-Z0-9_.+-]
[a-zA-Z0-9-]
[a-zA-Z0-9-]
[a-zA-Z0-9]
[a-zA-Z0-9]
[name=name]
[name=name]
[name=email]
[name=email]
[i]
[i]